Dizionario delle competenze comportamentali: Area Gestionale

Dizionario delle competenze comportamentali: Area Gestionale

Organizzazione del lavoro

Capacità di impostare, pianificare ed organizzare il lavoro (proprio o di altre persone) utilizzando al meglio le risorse a propria disposizione (tempo, tecnologie, strumenti e spazi di lavoro, mezzi finanziari, ecc.).

Indicatori comportamentali:

  • prima di iniziare un’attività, pianifica e organizza il lavoro individuandone priorità e tempi necessari;
  • ordina gli impegni di lavoro nel tempo e rispetta le scadenze;
  • considera possibili imprevisti e rischi, prevedendo risposte operative adeguate;
  • organizza e gestisce le attività considerando il possibile coinvolgimento di altre persone o funzioni;
  • possiede una visione d’insieme del proprio lavoro collegato al contesto aziendale/di Gruppo (organizzazione interna, relazioni interpersonali e mercato)
  • opera in un’ottica di processo considerando gli effetti a valle del proprio lavoro
  • individua soluzioni efficaci da standardizzare per situazioni simili che si ripresenteranno.

Orientamento al risultato

Capacità di essere efficace finalizzando con continuità le proprie e altrui attività al conseguimento dei risultati, considerando costantemente gli obiettivi del proprio lavoro.

Indicatori comportamentali:

  • agisce coerentemente agli impegni presi.
  • affronta con impegno, passione ed energia l’attività lavorativa;
  • persevera nel raggiungimento del risultato, conseguendo gli obiettivi funzionali al risultato aziendale;
  • a fronte di obiettivi sfidanti, eterogenei o che richiedano costanza di impegno, anche davanti a difficoltà ed ostacoli mantiene alta la propria determinazione
  • individua e ricerca tutte le modalità per conseguire il risultato;
  • regola gli sforzi e le risorse in relazione all’importanza e all’urgenza degli obiettivi da raggiungere;

Sensibilità “economica”

Capacità di individuare e considerare l’impatto sui costi e il valore economico della propria attività e di valutare le decisioni in base a dati quantitativi e indicatori di costi/benefici, coerentemente con l’esercizio della responsabilità verso i clienti interni ed esterni e nel rispetto degli obiettivi aziendali.

Indicatori comportamentali:

  • utilizza con efficienza i mezzi, i materiali e le risorse, riducendo gli sprechi;
  • riconosce il valore economico del proprio tempo e di quello altrui nella gestione dell’operatività quotidiana cerca l’efficienza eliminando le attività inutili e le duplicazioni
  •  coglie le opportunità di business per l’azienda (ricerca finanziamenti, penetrazione di mercato, nuovi clienti, visibilità del marchio, …)
  • considera gli impatti sociali ed ambientali delle proprie azioni e ne limita l’effetto negativo.

Accuratezza  

Capacità di effettuare regolarmente verifiche sul lavoro (proprio o altrui) per prevenire errori e per garantire un buon livello di prestazione in termini di qualità e di rispetto del processo di lavoro, ovvero di efficacia.

Indicatori comportamentali:

  • opera con costanza e precisione nell’esecuzione del proprio lavoro e degli output prodotti
  • garantisce la qualità e l’accuratezza del proprio lavoro rispettando gli standard attesi
  • adotta criteri e momenti di monitoraggio e verifica
  • individua gli errori, ne comprende le cause e attiva azioni correttive

Capacità decisionale 

Capacità di assumersi la responsabilità delle scelte e di agire in maniera tempestiva per garantire l’avanzamento delle attività.

Indicatori comportamentali:

  • si attiva affinché accadano le cose senza farsi trattenere da dubbi e incertezze
  • affronta le questioni aperte secondo una prospettiva pragmatica e in base alle priorità
  • offre risposte concrete e immediate per permettere agli altri di procedere con il loro lavoro
  • fronteggia problemi e decisioni assumendosi la responsabilità dei risultati.
  • valuta scelte ed opportunità in un’ottica di medio-lungo periodo, considerando l’impatto sia sull’organizzazione che sulle persone

Problem solving 

Capacità di individuare e comprendere gli aspetti essenziali dei problemi per definirne le priorità, analizzare gli aspetti significativi, sviluppare possibili soluzioni ricorrendo sia all’esperienza sia alla creatività.

Indicatori comportamentali:

  • individua con chiarezza il problema e le criticità, lo espone ai colleghi e ne valuta il grado di priorità e di urgenza;
  • individua e propone possibili soluzioni alternative, anche con spunti originali e innovativi;
  • sceglie la soluzione più efficace in relazione alla situazione e all’organizzazione
  • gestisce gli ostacoli alla soluzione del problema;
  • implementa la soluzione scelta;
  • gestisce il rischio decisionale.

DiSebastiano Gambera

Sebastiano Gambera Facilitatore di processi di cambiamento aziendali e professionali Consulente e formatore su processi di Problem Solving per aziende

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »